Caricando...

Vie della memoria. Formarsi attraverso i luoghi

Vie della memoria. Formarsi attraverso i luoghi

 

Villa Emma Fondazione Fossoli

La scelta e la casa / Casa Cervi, 25-26 ottobre 2019

Capofila: Fondazione Villa Emma
Gruppo di lavoro: Fondazione Villa Emma, Fondazione Fossoli, Casa Cervi, Museo di Montefiorino, Istituto storico di Forlì-Cesena

Quelli che chiamiamo “luoghi di memoria” sono spesso nati come luoghi di pellegrinaggio laico, solidificando in sé le tracce degli eventi di cui sono stati teatro. Nel corso dei decenni le forme di memoria qui depositate e rappresentate si sono trasformate, interpretando di volta in volta le esigenze del presente. I luoghi di memoria, infatti, partendo ognuno dalla propria peculiare vicenda storica, si configurano anche come presidi attivi nella contemporaneità.

Questo progetto prevede la realizzazione di una Scuola di formazione nei luoghi di memoria. Nel 2019 si è svolta la prima edizione, il cui  asse portante è stato un tema declinato su due aspetti: la scelta e la casa, concetti chiave che contraddistinguono la vicenda di Casa Cervi. Qui, infatti, trovano luogo la scelta antifascista e l’accoglienza di una casa divenuta, nell’immediato dopoguerra, casa aperta al ricordo, in cui la memoria locale si è progressivamente trasformata in memoria nazionale.

È stato proposto ai partecipanti un percorso articolato in più fasi: a una prima parte teorico metodologica si è affiancata una riflessione comparativa (in particolare il Mémorial du camp de Rivesaltes e l’Haus der Wannsee Konferenz di Berlino). Attività laboratoriali hanno messo a fuoco aspetti specifici (forme di accoglienza e fruizione, stratificazione di memorie e vicende storiche su uno stesso luogo, educazione a partire dall’analisi dei meccanismi della violenza o, al suo opposto, dell’attivazione della solidarietà, possibilità formative scaturite dalla ricerca sui perpetratori).

Infine, nella restituzione finale, sono state declinate le riflessioni generali al caso studio di questa prima scuola, ovvero l’Istituto (e casa) Cervi.